In offerta!

Oxalis triangularis

 4,99 (15 pz) -  37,43 (150 pz)

Fiori rosa chiaro in infiorescenze rade. Foglie viola-marrone e rossiccie di grande valore estetico. Ottimo per zone ombreggiate. Conviene evitare l’irrigazione delle foglie e l’esposizione diretta al sole, soprattutto nelle ore più calde del giorno.

disponibile
Mancano  50,00 per ottenere la spedizione gratuita

Informazioni aggiuntive

Famiglia

Oxalidaceae

Origine

Sud America

Calibro

I

Altezza

5-8 cm

Esposizione

• 1/2 ombra • ombra

Fioritura

primaverile/estiva/autunnale

Purtroppo, questa bellissima oxalis rappresenta un altro caso di denominazione incerta. I testi suggeriscono che triangularis è una varietà naturale della specie sudamericana O. regnellii, originaria dei Paesi dal Perù all’Argentina, ma questa forma con splendide grandi foglie di colore marrone-porpra scuro, eventualmente rossiccie o viola, è talmente ben nota in coltivazione che dai giardinieri vengono considerate varietà piuttosto le forme a foglia verde o variegata. Essendo il genere Oxalis tuttora troppo poco definito in tutti i dettagli, usiamo anche noi per ora il nome più conosciuto.
Questa pianta può raggiungere l’altezza di 25 cm e le foglie possono avere un diametro di 10 cm. Sono proprio le foglie a dare alla pianta l’aspetto particolarmente attraente, soprattutto se la coltivazione avviene in un luogo ad insolazione parziale, mentre in piena ombra è possibile ottenere delle piante con un fogliame quasi nero. I rizomi hanno un aspetto particolare di tuberi allungati a scaglie e sono di colore scuro, marrone. E’ particolarmente importante conservarli correttamente, possibilmente in vermiculite o torba leggermente umidi, ma evitando condense all’interno dei sacchetti che sono frequentemente di plastica. I rizomi vanno piantati in autunno (oppure in primavera dal catalogo CAT-I) in un suolo leggero, ricco e ben drenato. La distanza tra i rizomi dovrebbe essere almeno di 8 cm per permettere il libero sviluppo delle grandi foglie. La profondità d’impianto deve essere tale da coprire l’estremità arrotondata del rizoma, dove si trova il germoglio, con 3-5 cm di substrato, mentre la punta del rizoma deve essere orientata verso il basso. Questa oxalis teme eventi di siccità e dunque deve essere prestata una particolare attenzione alle eventuali annaffiature in caso di necessità. Va ricordato che l’aspetto della superficie scura delle foglie può essere compromesso da macchie dovute a gocce d’acqua. Pertanto, l’annaffiamento dovrebbe essere possibilmente effettuato per scorrimento sulla superficie del suolo. Per assicurare lo sviluppo ottimale della pianta è opportuno somministrare del concime liquido per piante fiorite due o tre volte durante il ciclo vegetativo. I fiori sbocciano in tarda primavera o d’estate. Sono imbutiformi, di colore rosa, raccolti in radi racemi. L’Oxalis triangularis è una pianta sufficientemente rustica e facile in coltivazione; sopravvive per anni nei comuni climi italiani sia in piena terra che all’esterno in vasi.
Di particolare interesse è il movimento delle foglie che reagiscono alla luce. Di notte le foglioline sono ripiegate su se stesse.