In offerta!

Fritillaria meleagris ‘Alba’

 5,90 (20 pz) -  20,06 (80 pz)

Fiori di colore bianco con un quasi impercepibile disegno a scacchiera sull’esterno dei tepali.

non disponibile
per aggiungere il prodotto alla lista dei desideri bisogna fare il login

Informazioni aggiuntive

Famiglia

Origine

Calibro

Altezza

Esposizione

Fioritura

In una posizione con insolazione parziale possono essere coltivate con successo queste deliziose piante, caratterizzate da fiori bianco crema a bianco neve e con una debolissima variegatura a scacchi del perigonio.
La specie è originaria dell’Europa occidentale e centrale, in Italia la si trova sulle Alpi. I bulbi sono di piccola dimensione e devono essere conservati in un recipiente (anche un sacchetto di plastica) immersi in torba o terriccio secco. Infatti, non devono essiccarsi, pena la perdita di germogliazione. Vanno piantati in un substrato ricco alla profondità tripla della loro altezza e distanziati tra di loro secondo la regola “uno sì e due no”. Se per ragioni di eccessiva siccità risulta necessario annaffiare già in autunno, la somministrazione di acqua deve essere moderata. Solo quando emergono le piantine dal suolo può essere aumentato l’apporto idrico ed applicato un fertilizzante liquido per piante fiorite diluito a metà della dose consigliata sulla confezione. Conviene fertilizzare ogni due o tre settimane fino alla fioritura. I bulbi possono essere lasciati indisturbati nel suolo solo se questo si mantiene fresco anche durante l’estate. Le piante danno la massima soddisfazione se piantate in macchie abbastanza ampie. E’ preferibile non mescolare la Fritillaria meleagris con altre bulbose.