Scilla bifolia ‘Azurea’

Fiori blu.

Informazioni aggiuntive

Famiglia

Origine

,

Calibro

Altezza

Esposizione

Fioritura

La specie Scilla bifolia è originaria dell’Europa del Sud e della Turchia asiatica. Nel passato era molto diffusa nelle regioni centrali dell’Italia. La pianta raggiunge al massimo l’altezza di 10 cm ed è caratterizzata da due foglie (occasionalmente raddoppiate a quattro), da fiori in infiorescenze rade, larghi al massimo 2,5 cm, orientati in alto o lateralmente, di colore blu o celeste. La fioritura in natura si verifica molto precocemente a fine inverno o inizio primavera. Sono disponibili anche le forme naturali con fiori bianchi e rosa (S. bifolia ‘Alba’ e ‘Rosea’). I bulbi vanno piantati in autunno in un terriccio relativamente ricco più possibile simile a quello di sottobosco, permeabile e fresco, in luoghi con insolazione parziale. Mettendo i bulbi a dimora alla profondità corrispondente al doppio della loro altezza e assai vicini uno all’altro, secondo la regola "uno sì, uno no", possono essere create macchie molto attraenti sotto arbusti e cespugli. Le piante sono rustiche nelle condizioni climatiche italiane e abbisognano di annaffiature solo nel caso di una prolungata siccità primaverile. Eventuali concimazioni con fertilizzanti liquidi devono essere effettuate con parsimonia. Conviene lasciare i bulbi indisturbati per molti anni.