torna a: Crocus
Crocus
pulchellus
codice: CRA012
prezzo: € 5.90 (confezione da 20)

per aggiungere il prodotto al carrello bisogna effettuare il > login


famiglia: Iridaceae
origine: dai Balcani settentrionali fino alla Turchia nord-occidentale
calibro: 5/
altezza: 10 cm
esposizione: • sole
fioritura: autunnale • intermedia

descrizione: Fiore celeste a lilla chiarissimo, talvolta quasi bianco, gola gialla. Antere bianche. Stilo giallo-arancione.

I crochi a fioritura autunnale dovrebbero essere coltivati in zone che durante l'estate rimangono prive di vegetazione. I cormi vanno piantati all'inizio di Settembre alla profondità doppia della loro altezza e assai fitti. Può essere applicata la regola "uno si, due no" per lasciare sufficiente spazio ai fiori che sono relativamente grandi. Il suolo deve essere ben drenato, di medio impasto. Le piante non necessitano annaffiature oltre quella subito dopo la messa a dimora. Solo in caso di prolungata siccità conviene apportare acqua artificialmente. La zona di coltivazione dovrebbe essere in pieno sole. Le foglie si sviluppano generalmente dopo la fioritura e devono essere lasciate indisturbate durante l'intero inverno finche non ingialliscono e possono essere rimosse in primavera. Alla formazione dei nuovi cormi giovano in autunno due somministrazioni di un concime liquido per piante fiorite. Durante la seconda metà della primavera e fino alla fine di Agosto non deve essere praticata l'irrigazione regolare. Dopo il secondo o terzo ciclo vegetativo sarà necessario dissotterrare i cormi, asportare i residui della vecchia vegetazione, dividere i nuovi piccoli cormetti formatisi e ripiantarli subito senza apportare umidità al suolo oppure conservarli in un luogo asciutto, ventilato, all'ombra per piantarli verso la fine dell'estate. Le cure sono uguali per tutti i crochi a fioritura autunnale offerti nel CAT-V.