torna a: Iris
cliccare per ingrandire
Iris
reticulata PIXIE
codice: IRS817
prezzo: € 4.00 (confezione da 20)

prodotto fuori stagione
prenota per la prossima stagione


famiglia: Iridaceae
origine: orticola
calibro: 6/+
altezza: 10-15 cm
esposizione: • sole • 1/2 ombra
fioritura: primaverile • precoce

descrizione: Fiore blu porpora. Ali più scure dei vessilli. Segnali chiari.

La specie, Iris reticulata, è originaria del Caucaso, della Turchia e del Nord dell'Iraq e dell'Iran. E' stata introdotta in coltivazione in Europa relativamente presto (1808) rispetto ad altre iris bulbose. Essendo questa l'iris di coltivazione più semplice del sottogenere Hemerodactyloides, è stata sottoposta ad un intenso lavoro di selezione. Le numerose cultivar oggi disponibili sono frutto di questo approccio e di occasionali incroci, soprattutto con Iris histrioides. La gamma di colori è quasi esclusivamente basata su tonalità di viola e blu, ma esistono anche cultivar con fiori rossicci e bianchi. Importante è pure il colore variabile della striscia mediale sulle ali, chiamata frequentemente segnale, con colori che vanno dal bianco all'arancione, con varie combinazioni, nonché la presenza di macchiette molto decorative. Il grande pregio delle cultivar di Iris reticulata è il loro colore scuro, spesso intenso, che alla fine dell'inverno è molto inconsueto tra fiori prevalentemente gialli e bianchi. Questa caratteristica può essere sfruttata per ottenere splendidi contrasti in coltivazioni estese, rese possibile anche dal prezzo molto contenuto dei bulbi. Vincenti sono soprattutto impianti insieme con altre bulbose con la fioritura di fine inverno: con Iris danfordiae, crochi, bucaneve e narcisi precoci della divisione dei ciclaminei. I piccoli bulbi delle varietà di Iris reticulata possono essere piantati sopra bulbi grandi a fioritura tardiva, per esempio narcisi, tulipani, agli, fritillarie imperiali ecc. Vantaggioso è anche il ciclo vegetativo breve che permette di coltivare queste iris intorno a cespugli di rose senza complicare l'aspetto del roseto al momento della sua fioritura, ma creando effetti di grande intensità quando le rose non hanno nemmeno prodotto le prime foglie. La coltivazione della specie Iris reticulata e delle sue cultivar è identica a quella già descritta per Iris danfordiae. Vanno piantate sempre in un luogo assolato d'inverno e possibilmente ombreggiato d'estate (sotto arbusti o alberi decidui). Tutte le iris reticuate si prestano bene anche alla coltivazione in vasi o ciotole.